PLAYOFF E PLAYOUT / Mesagne salvo in Eccellenza, arrivederci Terlizzi. E in Promozione continua il sogno Audace Barletta

I giocatori del Mesagne festeggiano la salvezza (foto Davide Marti, tratta dalla pagina FB del club)

 

Mesagne salvo, arrivederci Terlizzi, l’Audace Barletta sogna. Il playout di Eccellenza e il playoff di Promozione (gir. A) hanno emesso i loro verdetti.

SALVEZZA  Festeggia il Mesagne che nella ripresa, grazie alle reti di Indirli e Petruccetti, supera il giovane Terlizzi, ridotto anche in 10 per il rosso a Corcelli. La squadra di mister Ribezzi aveva a disposizione due risultati su tre (vittoria e pari) in virtù del miglior piazzamento in classifica. Grande festa i campo e negli spogliatoi per la società del presidente Todisco che ha fortemente voluto questa salvezza, meritandola. Esce a testa alta il Terlizzi, grande protagonista in avvio di una stagione che da novembre in poi è stata travagliatissima, dopo il disimpegno del presidente De Nicolo. Hanno salutato mister Anaclerio (l’allenatore della doppia promozione dalla Prima all’Eccellenza) e tanti giocatori. A portare avanti la baracca il solo ds Gialluisi che ha affidato la conduzione tecnica a Barione. “Ringrazio il mister e tutti i ragazzi che si sono messi a disposizione per la causa Terlizzi – ha detto oggi il direttore sportivo nel corso del programma “Eccellenza D Puglia” su Telesveva – per noi è già tanto essere giunti a fine stagione e a disputare lo spareggio. Fossi andato via anche io, con i miei collaboratori, il calcio sarebbe finito a Terlizzi. L’obiettivo era arrivare al 7 aprile e ci siamo riusciti. Lasciamo alla città un titolo di Promozione. Nel caso dovesse interessare a qualcuno, si potrebbe fare anche richiesta di ripescaggio, come successe l’anno scorso all’Unione Calcio Bisceglie”. Il futuro, appunto. Difficile dire se la città dei fiori ne avrà uno calcistico. Gialluisi è più che realista: “Non riesco ancora a vederlo. E’ necessario che l’Amministrazione comunale e qualche imprenditore terlizzese o dei comuni vicini si riuniscano e capire se ci sono le risorse economiche per poter far calcio e soprattutto in quale categoria. A mio avviso l’Eccellenza è un campionato troppo grande per Terlizzi, la sua categoria ideale è la Promozione, per il tessuto economico della città, per la presenza dei tifosi allo stadio e per l’impianto sportivo a disposizione. In questa settimana ci sarà una riunione con alcuni imprenditori di Terlizzi e uno di fuori”.

PROMOZIONE  Bastava un pari all’Audace Barletta per staccare il pass della finale playoff di Promozione. I ragazzi di mister Iannone sono andati ben oltre rifilando tre gol allo Sporting Apricena. Pensa su rigore, Terrone e Depinto a segno nel match disputatosi al “Manzi/Chiapulin”. Dopo il doppio 2-2 nelle due gare della regular season, un successo che non ammette repliche. Così continua il sogno per la storica società barlettana (61 anni portati benissimo) di poter vincere i playoff e sperare in un ripescaggio in Eccellenza (categoria mai frequentata). L’ultimo ostacolo si chiama Martina: i biancorossi l’affronteranno domenica 28 al “Tursi” in gara secca, con l’undici di Marasciulo che può contare sul fattore campo e su due risultati, essendo arrivato secondo, un gradino più in alto dell’Audace.

Playout  Nella gara di spareggio per evitare la retrocessione, la Rinascita Rutiglianese ha la meglio  sulla Virtus Bitritto. Basta l’1-1 al grifone granata per rispedire la Virtus in Prima (dove erano già scese Trulli e Grotte e Bitetto). Una salvezza acciuffata con le unghie, in un playout soffertissimo come tutta la stagione della Rutiglianese. Zero a zero al 90′, nei supplementari è capitan Gentile, anima dei granata, a segnare la rete del vantaggio, poi impattata da Troccoli su rigore, ma alla Virtus non sarà sufficiente. Il pari premia la squadra del presidente Saffi grazie alla migliore classifica.