Eccellenza, insidie da trasferta per le prime della classe: Casarano a Bisceglie, Brindisi a Molfetta

Una fase di gioco della finale di Coppa Corato-Casarano

Entra nella fase cruciale l’Eccellenza pugliese. Tre giorni dopo il primo round della finale di Coppa Italia, vinto dal Casarano sul Corato al “Degli Ulivi” di Andria, si gioca oggi la 21^ giornata di campionato. Trasferte insidiose per le prime due della classe impegnate ad una decina di chilometri di distanza ma in orari differenti: il Casarano (alle 15) sarà di scena sul sintetico del “Di Liddo” (riaperto con capienza limitata a 99 posti) dove trova un’Unione Calcio Bisceglie che vuole tirarsi fuori dalla zona playout e reduce dai ko di Mesagne e con Fortis Altamura in casa. Di contro il Casarano è in serie utile da 9 giornate (7 vittorie e 2 pari) e vuole mantenere a debita distanza il Brindisi, distaccato di sei lunghezze. La vice-capolista, alle 17, dovrà vedersela al “Poli” con la Molfetta Calcio che prova a rimettersi in carreggiata dopo aver cambiato nuovamente guida tecnica da un paio di settimane, con l’allenatore-giocatore Renato Bartoli che ha preso il posto di Pietro Sportillo, la cui permanenza sulla panchina biancorossa è durata solo tre giornate (due sconfitte e una vittoria). Molfetta che dovrà fare a meno di Cfarku, centrocampista di origini albanesi decisivo nell’1-2 dell’andata con una doppietta.

Impegno interno invece per la squadra che occupa il terzo gradino del podio, il Barletta: al “Manzi Chiapulin” arriva la Molfetta Sportiva, ultima ma ancora viva. Fortis Altamura (di scena a Otranto) e Atletico Vieste (allo “Spina” con il Mesagne) provano a ridurre il gap dal secondo posto, ora di 8 punti (se sarà superiore ai 7 anche dopo la 3o^ e ultima giornata il playoff fra seconda e quinta non si gioca e la seconda accede direttamente in finale).

Merita una citazione il derby fra Corato e Terlizzi, appaiate a quota 23: i neroverdi sono in risalita e vogliono allungare sulla zona playout distante solo tre punti, i rossoblù in discesa e ancora alle prese con la crisi societaria.

GARE E ARBITRI DEL 21° TURNO