Il Casarano trionfa al “Capozza”: è tris di Coppe. Ma il Corato esce a testa alta

La festa di giocatori, tecnici e dirigenti con la coppa

Il Casarano fa tris, il Corato rimanda ad un altro giorno il primo storico successo nella Coppa Italia regionale di Eccellenza. Pronostico rispettato (a differenza di quanto accadde nella finale unica della passata edizione quando la Vigor Trani beffò il Fasano) nei 180 minuti in cui i rossazzurri di mister De Candia hanno fatto valere la maggiore qualità, soprattutto a centrocampo. Così dopo il successo dell’andata al “Degli Ulivi” di Andria (0-1 Agodirin), il Casarano ieri si è ripetuto con le reti dell’ex Di Rito (già killer dei neroverdi, sempre di testa, quattro giorni prima in campionato) e Rescio (contestato dai coratini un fuorigioco di rientro di Agodirin nella bella azione di contropiede che ha portato al raddoppio), dopo il pari firmato dall’altro ex D’Arcante (gran tiro all’incrocio) che ha riaperto il discorso quando i giochi sembravano fatti.

Grande festa per i duemila tifosi rossazzurri al “Capozza”, applausi comunque da parte dei circa 100 sostenitori provenienti dalla lontana Corato (oltre 250 km) ai loro giocatori. Il Corato esce a testa alta da una finale in cui ha prevalso la squadra più forte. Non a caso il Casarano è proiettato anche verso la vittoria del campionato, avendo 9 punti di vantaggio sul Brindisi a 8 turni dalla fine, con lo scontro diretto ancora da giocare, alla terz’ultima. E fra tre settimane inizierà l’avventura nella fase nazionale di Coppa Italia: lo aspetta un triangolare con partite di sola andata, avversari i campani del Cervinara (Avellino) e i lucani del Grumentum. La LND nei prossimi giorni stabilirà il calendario. Il cammino verso la finalissima al “Bozzi” di Firenze è appena iniziato.

I PROTAGONISTI A fine gara, nel corso della diretta sulla nostra pagina FB, abbiamo raccolto pareri e umori dei protagonisti a iniziare dal presidente del Casarano, Giampiero Maci (“un po di appressione c’è stata, ma ora siamo felicissimi per una vittoria meritata”).

+++COPPA ITALIA FINALE RITORNOCASARANO-CORATO+++Stadio “G. Capozza”finale 2-1 (and. 1-0). Reti: Di Rito, D’Arcante, Rescio.Il commento post gara e le prime impressioni del presidente Casarano, Giampiero Maci.

Pubblicato da Calcio Club su Giovedì 14 febbraio 2019

Dalla tribuna stampa ci siamo spostati sul campo per sentire Nicolas Di Rito (“ci siamo chiusi troppo dopo l’1-0”), il presidente del Corato, Giuseppe Maldera (“in corsa sino alla fine, bravi a tutti”), il ds e tecnico dei salentini, Marcello Pitino (“non l’abbiamo chiusa e il Corato ci ha messo in difficoltà”) e Pasquale De Candia (“sull’1-1 abbiamo avuto un po’ paura, ma nei 180′ meglio noi”), il patron Antonio Sergio Filograna (“il primo successo, sono contento per la gente di Casarano, ne aveva bisogno”) e il coratino Luigi Zinetti (“niente da recriminare, fatta la partita che dovevamo fare”).

+++COPPA ITALIA FINALE RITORNOCASARANO-CORATO+++Stadio “G. Capozza”finale 2-1 (and. 1-0). Reti: Di Rito, D’Arcante, Rescio.Il Casarano si aggiudica il trofeo per la terza volta nella sua storia e negli ultimi dieci anni, accedendo alla fase nazionale. In un triangolare affronterà il Cervinara e Grumento Val di Sangro, mentre Il Corato, alla prima finale, cade a testa alta.Nel video che segue il post-gara con le interviste a Di Rito, attaccante del Casarano, al presidente del Corato, Maldera, al ds e tecnico dei salentini, Pitino e De Candia, al patron Filograna e al coratino Zinetti.

Pubblicato da Calcio Club su Giovedì 14 febbraio 2019

E infine l’allenatore del Corato, Vito Castelletti (“ci abbiamo creduto, sapevamo che era un’impresa e ci stavamo per riuscire”).

+++COPPA ITALIA FINALE RITORNOCASARANO-CORATO+++Stadio “G. Capozza”finale 2-1 (and. 1-0). Reti: Di Rito, D’Arcante, Rescio.Ai nostri microfoni per il commento post gara, Vito Castelletti, allenatore del Corato.

Pubblicato da Calcio Club su Giovedì 14 febbraio 2019

LE EMOZIONI E I COLORI DELLA FINALE NEGLI SCATTI DI SERGIO PORCELLI