Bari, arriva l’ostico Castrovillari. Cornacchini: “Voglio una squadra aggressiva”

Zaccaria Hamlili

Dopo la sosta riprende il torneo di serie D e il Bari sarà di scena domani tra le mura amiche, dopo la vittoria maturata a Messina due settimane fa, al cospetto del Castrovillari, compagine che occupa il sesto posto in graduatoria con 37 punti, gli stessi di Gela e Cittanovese ed è reduce da un successo casalingo proprio contro la Cittanovese. All’andata la sfida terminò 1-1.

Alla vigilia del match, come di consuetudine, si è espresso in conferenza stampa il tecnico dei galletti Giovanni Cornacchini. “Noi puntiamo a vincere, proveremo a conquistare anche lo scudetto di serie D, ma la priorità adesso la diamo alla promozione in serie C – ha cosi esordito il condottiero del Bari – . Per domani posso contare su tutti ad eccezione di Feola, ancora acciaccato e Cacioli squalificato. I ragazzi stanno bene, anche se qualcuno si è allenato meno degli altri. In difesa penso di schierare Bianchi, Piovanello ha recuperato e sarà della partita, i ragazzi devono giocare con la convinzione di chiudere il torneo e domani dobbiamo cercare di sbagliare il meno possibile e assumere un atteggiamento aggressivo. Di fronte avremo una compagine che ha perso solo tre volte fuori casa, ma dovremo pensare a noi prima di tutto”.

A chi gli chiede dell’utilizzo di Brienza, il tecnico risponde così: “Si sta allenando bene e lo vedo in forma, per i suoi 40 anni sarebbe bello se la squadra e lui stesso si facessero un regalo, è un calciatore che può fare la differenza, si allena sempre con grinta ed intensità all’interno dello spogliatoio costituisce un esempio per i suoi compagni di squadra, specialmente per quelli più giovani”.

Cornacchini dovrebbe affidarsi al collaudato 4-2-3-1 modulo classico per i galletti durante questa stagione. Nell’undici iniziale il tecnico potrebbe riconfermare gran parte degli uomini che due settimane fa hanno piegato il Città di Messina. A difendere la porta sarà Marfella, la linea difensiva vedrà l’impiego di uno tra Nannini e Bianchi, Di Cesare, Mattera e Quagliata. Bolzoni ed Hamlili agiranno da interditori dietro il trio composto da Brienza, Piovanello e Floriano dietro all’unica punta che potrà essere Simeri, Pozzebon o Iadaresta.

TERNA La gara sarà diretta dal Sig. Scarpa di Collegno coadiuvato dagli assistenti Ongarato e De Nardi.

Andrea Giotta