A Molfetta le finali nazionali del Torneo Juvenile CSAIN (14-16 giugno)

La locandina dell’evento

Si svolgerá a Molfetta e città limitrofe da 14 al 16 giugno la 13esima edizione del Torneo “Juvenile“, finali nazionali giovanili. Organizzato dal CSAIN (Centri sportivi aziendali e industriali) nazionale e provinciale di Bari, ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni, in collaborazione con i Comitati regionale e provinciali della Puglia, coinvolge le categorie Esordienti (2006-07, misti) calcio a 9 con possibilitá di partecipazione dei nati nel 2008 dopo il compimento del decimo anno d’età; Pulcini (2008) misti, calcio a 7, con ulteriori possibilità di partecipazione di 3 nati nel 2009; Pulcini 2009 (misti), con possibilitá di partecipazione di 3 nati nel 2010, dopo il compimento dell’ottavo anno di età.

Nell’ambito del torneo, viene anche promossa l’iniziativa “Mio figlio incontra un amico!” alla quale partecipano quattro società: Asd Audace Molfetta, Asd Aquile Molfetta, Asd Futsal Bisceglie e AS Madonna della pace. L’obiettivo è regalare ai propri figli “l’esperienza unica di ospitare in casa un amico per un week end. Lo sport non è soltanto salute ma soprattutto un momento di crescita, condivisione e sana amicizia”.

Sará l’occasione per  socializzare ma anche per conoscere meglio la nostra regione: nei tre giorni in programma escursioni con visite guidate ai principali punti di interesse della zona, visita agli stands di artigianato locale tipico della Puglia e un percorso enzo-gastronomico per gustare i sapori autentici del territorio. Sono previste agevolazioni per le squadre, i genitori e gli accompagnatori. Tutte le squadre saranno premiate.

Il Torneo “Juvenile” si avvale dei prestigiosi patrocinii del Comitato regionale Figc, del Coni Puglia, dell’assessorato allo Sport della Regione e del Comune di Molfetta.

Regolamento e iscrizioni su www.csaincpbari.it. Per informazioni consultare lo stesso sito o scrivere a csainprovincialebari@libero.it. Referenti: Domenico de Candia, Luigi Metta, Nicolò de Robertis e Pasquale Guarino.